Il vino sulla luna – la malvasia secca di Lanzarote

pubblicato in: divinievini | 0

Sinossi

Dal suolo nero spiccano mezzelune di pietra, che proteggono piccole viti immerse, letteralmente, nella terra; qui ogni bottiglia di vino pare un piccolo miracolo: la cenere, che trattiene l’umidità della rugiada notturna, consente alle viti di sopravvivere a un clima semidesertico, le pietre proteggono dal vento costante che fischia alle orecchie. Dal lavoro faticoso (più che altro eroico, come il vino che ne risulta) dei jardineros che fanno le viti esce però un vino «con un’anima e un’identità» inconfondibili, un aroma fresco di fiori e di minerale che a ogni sorso ricorda il paesaggio.

 

Malvasia volcanica blanco seco - Vulcano de Lanzarote 2015

 

L’uva

Dicono che la vite a Lanzarote sia arrivata dalla Francia nel 1404; di sicuro non subì, per fortuna, l’epidemia di filossera che devastò l’Europa: oggi le coltivazioni contano circa 1.800 ettari, suddivisi in più di seimila piccoli appezzamenti nei sette comuni dell’isola, che forniscono vino a 13 Cantine locali. In un’isola che conta solo 40 chilometri quadrati di terra coltivabile, quasi la metà ospita le buche con le viti interrate – la maggioranza a bacca bianca –, protette da lunari semicerchi di roccia (gli zocos), in attesa della calda – e precocissima – vendemmia di luglio.

 

Il vino

Il vino a Lanzarote è innanzitutto la Malvasia volcánica, che nasce da un vitigno autoctono piantato nel 1775 e che è prodotta in numero di bottiglie che dipende molto dalla generosità dell’annata, sia nella versione secca che in quella dolce. Quella bianca secca nei suoi 13 gradi ha aromi floreali, sentore di frutta fresca persistente, ma soprattutto i riflessi e il sapore – particolarissimo – del vulcano. Servitela giovane e fresca, a 8°: vi riporterà le note e il canto del vento sulla roccia, e l’azzurro del cielo già africano che si confonde col mare.

 

Info

Bodega Vulcano de Lanzarote
c/. Victor Fernández nº 5
35572 Tias Lanzarote

web: www.bodegavulcano.es
Email: info@bodegavulcano.es
FB: @BodegaVulcanodeLanzarote

 

Lascia una risposta