Michele Cannavò, Scatti di luce. Viaggi e incontri di uno psicoterapeuta

pubblicato in: Libri | 1

 

 

Michele Cannavò
Scatti di luce. Viaggi e incontri di uno psicoterapeuta

Foto e parole:
Michele Cannavò
Milano 2016
Collana Ouvertures | Aperture – 1
f.to 20×26 cm
112 pagine
italiano e inglese
Stampa su carta Fedrigoni Arcoprint 1.0EW 140 gr, Foto a colori.

Introduzione di Margherita Spagnuolo Lobb
Postfazione di Gianni Francesetti
con un disegno di Elisa Anfuso

Stampa e realizzazione: Litografia Solari, Peschiera Borromeo (Milano)
isbn: 9788899825010
Edizioni Festamobile
Euro 23,00 – Acquista

 

 

 

 

 

 

 

«L’incontro con la facoltà di medicina prima e il mondo della psichiatria dopo, penso sia stato il mio modo metaforico di passare dall’uso di una compatta a una reflex. Ho iniziato ad avere accesso ‘autorizzato’ alle persone, ai loro sentimenti, ai loro dolori, alla loro follia, ma soprattutto alla loro bellezza. Perché, come scrive Robert Adams, “il termine bellezza è praticamente inevitabile, e questa sua presenza in effetti è stata determinante nella mia decisione di fotografare”.
Quegli incontri mi hanno cambiato ogni volta, lasciando pezzi unici dentro di me e in ogni sguardo condiviso: incontri che già rappresentavano fotogrammi, senza alcun intento interpretativo, momenti colti con atteggiamento fenomenologico, e quindi centrati su quel che c’era, su ciò che accadeva. Scatti che potevano divenire dei macro ma anche dei meravigliosi primi piani. Non so mai prima che cosa mi colpirà e non so mai che cosa l’altro, nell’incontro, potrebbe portare nel campo tra noi. La bellezza sta nel lasciarsi stupire e nel sentire il momento giusto per dire una parola, per compiere un gesto, per “scattare una foto” o semplicemente per stare fermo ad aspettare».

 

Le fotografie sono impronte della nostra mente, specchio delle nostre vite, immagini riflesse dei nostri cuori, memorie congelate che noi possiamo tenere nelle nostre mani […]. Le fotografie non solo documentano i luoghi in cui siamo stati, ma indicano anche la strada verso la quale stiamo andando, sia che noi la conosciamo o no. Dovremmo dialogare spesso con loro e prestare bene attenzione ai segreti che le loro storie possono svelarci.

(Judy Weiser, FotoTerapia. Tecniche e strumenti per la clinica e gli interventi sul campo, FrancoAngeli, Milano 2013, p. 25)

 


Acquista il volumeIntervista all’autore

 

Leggi un estratto

 

 

 

 

 

Una Risposta

  1. Manuela Di Raimondo

    Ciao, ho terminato di leggere questo bellissimo libro. Ogni libro che leggo mi lascia qualcosa ma questo a differenza di altri testi mi da la voglia di sperimentare, di entrare con la mia macchina fotografica dentro le emozioni della gente.Una cosa che ho sempre creduto ma non sapevo come fare, questo testo mi ha illuminato e mi aiuta a comprendere come l’immagine riesce ad essere uno strumento meraviglioso. Leggetelo e scoprirete cosa riesce a dare una fotografia, a Voi e AGLI ALTRI

Lascia una risposta