Andrea Aschedamini, uno sguardo “different”

pubblicato in: Intervista | 0
asche
Andrea Aschedamini

Una breve intervista mobile per presentarvi l’autore di Milano.Ti amo, il libro fotografico che racconta il progetto omonimo di different.photography che è anche una mostra a Malpensa.

Nome: Andrea

Cognome: Aschedamini

Professione: fotolitografo

Macchina fotografica: CANON EOS 5D mkIII / FUJIFILM X-PRO2

Obiettivi preferiti: 35 mm / 85 mm

Fotografo preferito: Gabriele Basilico (e altri…)

Ti ricordi il primo scatto della tua vita? Si, come fosse oggi. Ayrton Senna su LOTUS a Monza. Era il 1985 se non sbaglio. La fotocamera: OLYMPUS OM1 di mio zio Giuseppe.

La foto famosa che ti rappresenta: Ansel Adams mentre fotografa dal tetto della sua automobile.

ansel_adams_la_natura_e_il_mio_regno_foto_05
Ansel Adams

Libro preferito: L’occhio del fotografo di A. Feininger.

Vino preferito: Lagrein

Ultima meta di viaggio: Copenhagen e Corsica

Ultimo libro letto: Grande come l’universo di J.K. Stefansson

Titolo del tuo libro festamobile: Milano.ti amo

Spiegaci in 10 parole il tuo progetto festamobile: uno sguardo ‘different’ su milano, senza prendermi troppo sul serio (esattamente 10 parole).

Se dovessi spiegare il tuo libro a qualcuno che non può vederlo cosa diresti? Direi di camminare per le vie di Milano con calma, adagio, con occhi attenti.

Sono un fotografo perché… non mi piace essere fotografato.

Se vuoi puoi lasciare un messaggio a quelli di festamobile: vi voglio bene

 

(intervista a cura di VLM)

Lascia una risposta